Monica Felloni e Piero Ristagno

nèonTeatro, ospiti delle parole

L’associazione culturale NEON nasce a Catania nel 1989, fondatori sono Piero Ristagno e Monica Felloni, uniti nella vita e nelle passioni, lui direttore artistico, lei regista dell'Associazione. NEON opera con l’obiettivo di contribuire, attraverso il Teatro, alla creazione di una società fondata sul rispetto dell’identità e della dignità della vita, con un approccio alla diversità centrato sulla relazione e sul benessere comune. Nei suoi spettacoli, mette in scena attori “liberi” di raccontare la bellezza dell’essere umano attraverso la compartecipazione, nessuno escluso. L'associazione cura inoltre laboratori di teatro, di espressione corpore e scrittura poetica.

Danilo Ferrari e Maria Stella Accolla

Danilo Ferrari è nato nel 1984 e vive a Catania. Si è laureato in Scienze dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Catania, con una tesi in Filosofia dal titolo “Diritti umani e dignità della persona”. È giornalista pubblicista dal 2007 e attore di Nèon Teatro dal 2012. Ha scritto, il libro "Il coraggio è una cosa" grazie all’intermediazione e alla “traslazione” di Maria Stella Accolla, la sua accompagnatrice e "lettrice di sguardi". Come in una sorta di diario, compone una storia che comprende molte domande poste a se stesso, ma allo stesso tempo risponde ai numerosi dubbi “comuni” sul suo stato.

Controvento

Le difficoltà: trampolini di lancio della creatività

Cooperativa Sociale Controvento Onlus è un’impresa sociale fondata nel 2015 a Catania da un’équipe di professionisti del settore socio-psico-educativo. La cooperativa sin dai primi anni si è inserita attivamente nel territorio catanese e di provincia, occupandosi di promozione all’inclusione sociale di persone con disabilità intellettiva. La valorizzazione delle fragilità nonché il lavoro di rete con i diversi attori del pubblico e del privato, sono i punti cardine su cui la cooperativa costruisce giornalmente il proprio lavoro e la propria professionalità.

#La casa di Toti

per tutti, nessuno escluso...

Muni Sigona, è la mamma di Toti un delizioso 22enne neurodiverso che necessita di essere seguito e protetto in ogni momento. Un figlio speciale, come ama definirlo Muni, a cui ha dedicato un progetto importante e ambizioso al tempo stesso, un progetto oggi realizzato. La "Casa di Toti" è il primo B&B Etico in Sicilia, una comunità residenziale per ragazzi nel contesto di una dimora tipica della fine del ‘700, immersa nella campagna modicana, che oggi ospita già dei turisti. Un dopo di Noi, un'impresa sociale dove viene ribaltato il concetto di assistenza al disabile, che da “fruitore” del servizio, ne diviene il “gestore” pur se assistito da tutor specializzati.

Associazione GuardaStelle

Rosso. La bottega dei bottoni

L’associazione nasce ad Acireale (CT) da un'idea di Paolo Filippini di creare una Scuola Teatrale con l’obiettivo di educare bambini, ragazzi e giovani alla cultura formativa del teatro, alla libera espressione del loro essere, perché possano acquisire consapevolezza di sé e delle proprie capacità, superare i propri limiti, arricchirsi nella bellezza dell’incontro con l’altro e costituire così le basi salde della loro identità. Nasce così il “Teatro dell’Inclusione”, un luogo privilegiato dove riscattare e dare voce alle alterità mute, con una continua scoperta, accettazione ed espansione di una bellezza delle differenze.

Project-form

Servizio civile universale e inclusione: dentro i colori della vita

La “Project-form società cooperativa sociale onlus” è stata costituita il 7 ottobre del 2009. Il core business dell’impresa è l’attività di formazione intesa a 360 gradi: dalla formazione professionale ai corsi rivolti al mondo giovanile. Inoltre, la società eroga diversi servizi: consulenza aziendale, progettazione in ambito sociale e non, gestione, coordinamento, monitoraggio/valutazione e rendicontazione di progetti. Dal 2010 si occupa di progetti di servizio civile e dal 2019 è ente promotore. Vicina alle problematiche sociali, offre gratuitamente diversi servizi in favore di alcune fasce deboli della popolazione, con particolare riguardo ai minori in difficoltà (attraverso lo spazio socio-educativo “La Casa di Chiara e Francesco”, aperto nel Comune di Ramacca), alle famiglie (servizi di educativa domiciliare e di sostegno alla genitorialità), ai poveri e agli immigrati.