_Convegno conclusivo

   3 giugno 2022 - ore 17:00

   La terra di Bo' - Viagrande (CT)

 

_Calendario incontri maggio 2022

  • 02/5/2022. Webinar con Irene Bressan, Francesco Pignataro e Giovanni Savia

          L'integrazione sensoriale.

  • 03/5/2022. WebinarLab con Giambattista Bufalino e Raffaella C. Strongoli

            Pensare con le mani. Costruire, giocare, narrare con i mattoncini Lego

  • 05/5/2022. WebTalk con Maria Tomarchio, Alfina Bertè e Josephine Monica Scavo

           Educazione all'aperto, Scuole senza zaino, innovazione didattica e Avanguardie educative

  • 12/5/2022. Giornata nazionale (laboratori esperienziali) Rete scuole Snoezelen e Convegno (webinar) internazionale Snoezelen con AD Verheul, Maurits Eijgendaal, Ana Lucia Frutuoso, Mansour Al-Shanifi e Joyce Abi Frem, Francesco Pignataro e Gabriella D'Aprile
  • 17/5/2022. Webinar con Vanessa Macchia, Giambattista Bufalino, Daniela Torrisi e Cristina Trovato 

          Leggere le immagini. Albi illustrti e inclusione.

  • 30/5/2022. Webinar con Marco Pontis, Giuseppe Trieste e Giovanni Savia

          Universal Design for Learning. Coinvolgimento, Empatia e Inclusione educativa

 

_Laboratori in presenza (maggio 2022)

  • 07/5/2022. Laboratorio in presenza c/o Polo Tattile Multimediale - Catania: Esperienza Multisensoriale
  • 14/5/2022. Laboratorio in presenza c/o AFAE - Catania: Linguaggi integrati. Rappresentare, Esprimere, Coinvolgere.
  • 19/5/2022. Laboratorio in presenza c/o Università di Catania "Le Verginelle" : Leggere le immagini. Albi illustrati, coinvolgimento e inclusione.
  • 25/5/2022. Laboratorio in presenza c/o Scuola "Alessio Narbone" - Caltagirone (CT) - Percorso multisensoriale Snoezelen

_Calendario incontri aprile 2022

  • 05/4/2022. Webinar Intercultura e inclusione con Gabriella D'Aprile, Raffaella C. Strongoli, Giamabattista Bufalino e Giovanni Savia.
  • 08/4/2022. Webinar con Rossana Maletta, Daniele, Marco Lombardo e Giovanni Savia.
  • 11/4/2022. Webinar con Raffalella C. Strongoli e Giambattista Bufalino.
  • 13/4/2022. WebTalk con Luca Vullo - Formazione Mind4Children (Daniela Lucangeli).
  • 20/4/2022. Webinar con Chiara Valenti - Formazione Mind4Children (Daniela Lucangeli).
  • 21/4/2022. Webinar con Docenti esperti - Giornata mondiale della creatività e dell'innovazione.
  • 26/4/2022. WebTalk con Gaetano Bonetta, Gabriella D'Aprile e Giovanni Savia.
  • 27/4/2022. Webinar con Fabio Fracas - Formazion Mind4Children (Daniela Lucangeli)
  • 29/4/2022. Laboratorio in presenza c/o Associazione Guardastelle, Acireale - Emozioni in teatro. Stimolare la creatività a scuola

_Calendario incontri marzo 2022 

Si riparte con un ricco programma di eventi per migliorare la formazione dei docenti:

  • 14/3/2022. Webina con Daniela Lucangeli - Alzati e Cammina (Formazione Mind4Children).
  • 22/3/2022. Webinar con Dario Ianes, Gabriella D'Aprile e Giovanni Savia.
  • 31/3/2022. Webinar con Antonio Curci, Gabriella D'Aprile, Josephine Monica Scavo e Giovanni Savia.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

_Laboratori in presenza

Un cerchio magico ha accolto anime diverse, unite da emozioni condivise. Il laboratorio "Emozioni in teatro - Stimolare la creatività a scuola”, tenuto da Paolo Filippini presso l'Associazione culturale "Guardastelle", ha donato a tutti la possibilità di essere sé stessi, liberi dal giudizio, dal pregiudizio, dalle paure, dalle inibizioni, dai limiti segreganti della società.

Gli attori della compagnia teatrale hanno coinvolto i partecipanti in un gioco di specchi in cui le differenze si sono annullate per dare spazio a sorrisi condivisi, liberatori e spensierati, alla ricerca del fanciullino che abita in ognuno di noi.

Le emozioni si fanno più intense. Un viaggio multisensoriale, quello percorso tra le sale del "Polo tattile multimediale", in cui le Mani hanno tracciato le strade della scoperta, tra l'architettura e l'arte, alla ricerca dei sensi dimenticati...

Abbiamo imparato a guardare con la mente, a sentire l'altro attraverso le parole che ci hanno guidato all'interno del Giardino sensoriale, seguendo il profumo della zagara e sentendo le gocce di pioggia sulla pelle.

"Impariamo a Guardare e non solo a vedere" parole da custodire bene nel cuore della mente. 

Il nostro percorso multisensoriale continua a regalare emozioni indimenticabili. Accolti nella sede AFAE di Catania, accompagnati dalle parole di Nunzia Pedalino, vicepresidente dell'Afae, a passi silenziosi, abbiamo scoperto come "il corpo possa diventare corda vocale", come la LIS trasformi le mani in potenti strumenti di comunicazione, permettendo a tutti di esprimersi liberamente attraverso “arabeschi nello spazio: una suggestiva danza di parole nell’aria, la chiave per aprire la porta che separa dal mondo” (Laborit, E. Il grido del gabbiano). Insieme abbiamo provato isolamento, smarrimento, solitudine, assistendo a una lezione senza voce di Laura Patti e insieme abbiamo ripreso quota, accompagnati da Rosaria Spinella, nostra straordinaria guida in questo cammino di scoperta della sordità e degli strumenti giusti per viverla senza esclusione. 

Nella settimana dedicata all'albo illustrato  sotto la straordinaria guida di Graziana Maugeri, grafica e illustratrice di talento, abbiamo visto ed ascoltato "Storie" e, parafrasando Campagnaro, "vi siamo caduti dentro". Attraversare lo squarcio di un ordinario lenzuolo, seguendo ognuno il proprio ritmo interiore, é diventato un viaggio emotivo attraverso le fragilità che, una volta condivise, hanno generato senso di appartenenza e donato momenti di leggerezza e benessere. In uno spazio senza tempo, nella lentezza generativa del momento creativo, ognuno, assorto nella propria dimensione individuale e collettiva, ha costruito la propria narrazione divenendo parte del racconto...

L'ultima tappa del nostro viaggio emozionale ci ha condotti nella città calatina, nell' IC "A. Narbone", che ospita al suo interno la  magica Snoezelen Room.  "La snoezelen é una culla in cui l'alunno abbassa le sue difese e si apre a un sentire più ampio" le dolci parole di Giusi Sestina hanno dato avvio al pomeriggio sensoriale. Guide silenziose hanno accompagnato anime bendate nel percorso multisensoriale. Le mani hanno toccato la terra, il ghiaccio, l'acqua, la bocca ha gustato i sapori nel buio, dall'amaro del caffè alla dolcezza del miele. Una continua scoperta attraverso i sensi. Uno schermo luminoso sotto i piedi scalzi si è trasformato in un pianoforte su cui suonare i tasti, e poi, come per magia, l'immagine del mare, i ciottoli, le conchiglie, ogni cosa ha iniziato a brillare accompagnata dall'effetto sonoro delle onde che si infrangono sulla battigia. Bendati gli occhi, privati della vista, abbiamo scoperto come ogni minima percezione si amplificarla, in un gioco di rimandi sensoriali ai confini della realtà.

Ciascuno può vivere queste e molte altre sensazioni all'interno della Snoezelen Room, uno spazio in cui è possibile ritrovare sé stessi tra luci soffuse, morbidi cuscini sulla pelle, suggestioni visive e sedie sospese che cullano il corpo e la mente. 

Grazie Emozioni, é stato un immenso piacere 

  • Pubblicato il 28 maggio 2022

___________________________________________________________________________________________

_Empatia inclusa. Si riparte con un ricco programma di eventi per migliorare la formazione.

Ancora i cuori battono all’unisono riportando alla memoria il grande esordio del Progetto “Empatia inclusa”, due parole che recano in sé infinite sfumature e sfere semantiche che si intrecciano per raccontare l’Emozione dell’esistere in tutte le sue molteplici forme. 

Ancora riscaldati dal calore avvolgente del teatro Metropolitan e dalle storie che si sono avvicendate sul palco in quel vicino e allo stesso tempo lontano 29 novembre scorso, ci prepariamo ad aprire le porte della nostra vita umana e professionale a nuovi incontri emotivi e formativi.

A inaugurare il percorso di Ricerca-FormAzione è stato il webinar di martedì 22 marzo con i saluti istituzionali della D.S. G. Diliberto, l’introduzione a cura della Prof.ssa Gabriella D’Aprile (Coordinatrice del Comitato scientifico - Università di Catania) e a seguire gli interventi del Prof. Giovanni Savia (Università di Catania) e dell’emerito Prof. Dario Ianes (Università di Bolzano), nomi che hanno raccontato l’attenzione e la devozione alla cura educativa e ai concetti di Equità, Universalità e Universal Design for Learning.

Seguiranno altri webinar formativi che vedranno coinvolti, come relatori, importanti protagonisti della ricerca pedagogica e della pratica didattica sia dell’Università degli studi di Catania, tra cui la Prof. Tomarchio M., la Prof. R. C. Strongoli, il Prof. G. Bufalino, il Prof. G. Bonetta, sia delle Istituzioni scolastiche, tra cui i dirigenti scolastici G. Diliberto, J. M. Scavo, A. Bertè, R. Maletta, F. Pignataro, oltre ad altri numerosi docenti esperti.

Soggetti del terzo settore (Fiaba Onlus - Roma, Fondazione Terzo Pilastro Internazionale - Roma e Nuovi Orizzonti Cooperativa sociale onlus - Ramacca), cinque scuole in rete (O.G. Cruyllas di Ramacca, Galilei e Giovanni XXIII di Acireale, Narbone di Caltagirone e 3 Istituto comprensivo di Giarre), con il patrocinio del Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università di Catania arricchiranno un’offerta formativa, gratuita, che vedrà una condivisione di idee, progetti e proposte creative, orientate all’innovazione didattica, tecnologica, con sfondo empatico e comunicazione in ottica inclusiva.

Ospite d’onore sarà l’equipe formativa di Mind4Children “spin-off dell’Università degli studi di Padova: una comunità fluida di scienziati, ricercatori, specialisti, insegnanti, educatori che sostiene e promuove la ricaduta della ricerca scientifica in azioni a servizio del potenziale umano”. Una comunità che vanta come Presidente Daniela Lucangeli, professoressa di Psicologia dello sviluppo all’Università di Padova ed esperta di psicologia dell’apprendimento. 

Altra presenza di spicco nel campo della creatività e dell'innovazione didattica sarà il Prof. A. Curci, miglior docente del mondo 2021, insignito del premio internazionale “Global Teacher Award”, che sarà ospite di Empatia inclusa in un webinar programmato per il 30 marzo 2022.

Ai moduli formativi si affiancheranno dei laboratori didattici che vedranno il coinvolgimento diretto dei partecipanti per costruire, insieme, buone pratiche didattico-pedagogiche da esperire, insieme ai propri alunni, nel vivo delle aule scolastiche. 

In particolare, è previsto un laboratorio teatrale che vedrà la partecipazione  dell’Associazione culturale Guardastelle, teatro dell’Inclusione, che proporrà momenti di sperimentazione delle emozioni, mediante giochi di relazione, e piccole improvvisazioni a tema, una grande esperienza formativa e socializzante che stimolerà il pensiero creativo e l’intelligenza emotiva. 

Si proseguirà, inoltre, con un laboratorio di strumenti e pratiche UDL, in cui i partecipanti saranno guidati alla scoperta di realtà multisensoriali attraverso il supporto di guide qualificate: grazie alla collaborazione con l’associazione AFAE si entrerà in una dimensione altra, in cui la vista, la mimica, la gestualità diventeranno le vere protagoniste, uno spazio in cui il non verbale prenderà il sopravvento sul verbale. 

Al Polo tattile multimediale si godrà un viaggio tra frammenti di luce alla scoperta dei sensi. Una struttura unica nel sud Italia, un luogo in cui il visitatore è invitato a spegnere le luci degli occhi e accendere gli altri sensi, a prendere contatto con la realtà circostante attraverso il proprio corpo. 

Alcune ore del laboratorio saranno dedicate agli albi illustrati e ai silent books, preziosi strumenti didattici altamente efficaci in tutti gli ordini di scuola. Gli albi e i silent books sono strutturati in modo da provocare un forte impatto emotivo nel lettore, le metafore visive stimolano la curiosità e l’immaginazione fornendo più chiavi di lettura della storia attraverso più interpretazioni del testo/immagine.

Infine, non per ultimo, sarà la volta di un laboratorio sull’innovazione didattica in cui esperti del settore presenteranno strumenti innovativi, come i Robot umanoidi in grado di relazionarsi con gli umani e di supportare la didattica in caso di deficit cognitivi e dello sviluppo.

Le esperienze dei laboratori, attraverso materiali e strumenti operativi concreti, forniranno avanguardie per creare esperienze formative accessibili e inclusive per tutti.

Il progetto vedrà la sua conclusione con il Convegno del 3 giugno 2022 in cui saranno invitate personalità di chiara notorietà nazionale come la professoressa Daniela Lucangeli, docenti esperti, dirigenti e docenti coinvolti attivamente nel progetto, con lo scopo di disseminare nell’ambito della comunità educante, della formazione e della ricerca educativa gli esiti e i risultati raggiunti.

Una proposta vasta di opportunità in cui i partecipanti diventeranno attori delle proprie emozioni e ricercatori delle emozioni altrui per raggiungere uno stato di quiete emozionale.

Vi aspettiamo!

  • pubblicato il 01 marzo 2022

 


_Le note e le parole della “Cura” di Franco Battiato, cantata magistralmente da Letizia Galesi e tradotta in lingua dei segni da Francesca Mingiardi, inondano la sala del Teatro Metropolitan di Catania, dando inizio al Convegno/evento Empatia Inclusa che si è svolto il 29 novembre 2021.

Progetto proposto da Fiaba Onlus (Roma) e co-finanziato da Fondazione Terzo Pilastro internazionale (Roma).

Il sipario si apre e il bagno emozionale, a cura di Giusi Sestina, Tiziana Arena, Giusi Bertoluccio, Grazia Corsaro, Mirella Salonia, coinvolge i tanti spettatori in sala, la musicoterapia della Snoezelen Room dell’I.C. “A. Narbone” di Caltagirone, il fruscio del vento, i tintinnii, le immagini del fuoco incendiano gli animi, si respira aria di Empatia.

Il professore Giovanni Savia, responsabile del Progetto, insieme alla Dirigente Graziella Diliberto dell’Istituto Comprensivo “O. G. De Cruyllas” di Ramacca, scuola di riferimento territoriale del progetto “Empatia inclusa” e alla Prof.ssa Loredana Cardullo (Direttrice del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Catania) portano i saluti alla platea e lasciano la conduzione dell’evento al prof. Gaetano Bonetta (Università di Catania).

Il professore Bonetta ha condotto lo svolgimento della manifestazione tratteggiando e commentando tutti gli interventi, le performance del lungo pomeriggio e facendo emergere alcune conquiste culturali che stanno rinnovando gli atteggiamenti scientifici e sociali nei riguardi della diversità. Ha evidenziato l’orizzonte verso cui bisogna andare, una rivoluzione culturale che sia mossa da ideali alternativi che si generano da due condivisi aforismi, espressioni di una nuova visione dell’uomo. Primo: nessuno è disabile alla felicità. Secondo: la normalità non esiste, tutto il reale umano è diversità. Contro ogni ideologia discriminante e stigmatizzante deve muoversi dunque una lotta civile che veda il trionfo di nuove parole, delle parole che emozionano e che sono le sole in grado di trasformare la realtà umana.

Dopo una prima presentazione dell’iniziativa formativa, si accolgono sul palco le prime relatrici dell’evento, le Dirigenti Josephine Monica Scavo (I.C. Galilei di Acireale) e Alfina Bertè (I.C. Giovanni XIII di Acireale). Le emozioni e l’apprendimento a scuola, le storie degli alunni, pezzi di vita, gli spazi e i tempi dell’apprendimento sono protagonisti dell’intervento dialogato, ma le parole non sono le uniche protagoniste, sono accompagnate dagli armoniosi e sinuosi movimenti del corpo della ginnasta Caterina Vitale sulle note di “Nuovo cinema paradiso”.

A seguire la professoressa Gabriella D’Aprile (Università di Catania), con il suo intervento dal titolo “Per una poetica dell’inclusione”, ha inteso richiamare, tra scienza e poesia, il potere generativo, poietico e trasformativo delle parole, nell’ottica di una cultura formativa di autentica accettazione e riconoscimento, che sostenga, incoraggi, conforti, accolga, includa, emozioni, e dunque “umanizzi”, per non essere di meno, ma “per essere di più”.

Dopo le riflessioni, il palco cambia registro e accoglie l’Informatico Daniele Lombardo, fondatore e amministratore della Behaviour Labs srls, pluripremiata startup che opera nel mondo della “Health robotics” e della “Digital therapy” e presenta il suo amico NAO, simpatico robot che interagisce con il pubblico e lo coinvolge in un ballo estemporaneo. Nao è stato appositamente progettato e realizzato per la terapia dei disturbi del neurosviluppo tramite robot umanoidi e realtà virtuale, incentrato sul rapporto uomo-macchina, in modo che il robot possa essere considerato un supporto innovativo nel trattamento terapeutico.

Le emozioni continuano con il cortometraggio presentato dalla cooperativa sociale Onlus “Project-form” attraverso le immagini si respirano tutti i colori della vita, le infinite emozioni, le promesse di un futuro migliore. Un breve, intenso, intimo e coinvolgente viaggio dentro spaccati di vita quotidianità, là dove si incrociano destini di umanità, conclusosi con le parole del presidente Gravina e un saluto corale del meraviglioso esercito dei volontari del servizio civile nazionale che riempiono il palco con il calore dei loro corpi.

Arriva il momento dell’Associazione Neon, il professore Giovanni Savia veste i panni del giornalista e dalla conversazione “ospiti delle parole”, con Piero Ristagno, Monica Felloni, Danilo Ferrari e Mariastella Accolla, trasudano senso e significato di umanità, felicità e speranza, in un’armonica e toccante intervista che dà voce agli occhi di Danilo, lasciando senza parole la platea che applaude con gioia alle sue risposte silenziose e profonde, grazie a Mariastella, la sua “lettrice di sguardi” che ci permette di conoscere il pensiero di Danilo, attore e giornalista.

Il pomeriggio inclusivo prosegue il suo cammino sulle gambe dell’Equità e dell’Universalità, con l’intervento del professore Dario Ianes (Università di Bolzano e fondatore Centro Studi Erickson), che sottolinea l’importanza di fondare la scuola sul valore della giustizia sociale, con coraggio, offrendo molteplici mezzi di espressione, coinvolgimento motivazionale ed emotivo per esprimere il massimo potenziale nascosto in ogni discente e di ogni docente.

“Come nascono le idee? Bhooo!” Esordisce con queste parole il prof. Luca Raina (docente App per Prof e docente del docureality della Rai “il collegio”), che ci conduce verso una visione inclusiva della creatività attraverso la sperimentazione, il gioco e il digitale, tutto può essere considerato una risorsa didattica, il consiglio è quello di “rielaborare e guardare le cose in modo differente, solo così è possibile arricchire la propria esperienza di insegnamento”.

Ritorna sul palco il prof. Giovanni Savia, che tra parole e immagini ci propone un viaggio tra le ContaminAzioni inclusive, esistenziali ed emozionali, linfa vitale dell’animo umano, in una fusione di differenti elementi essenziali nella composizione di ogni Progetto di vita. Con il suo intervento contaminato di filosofia, arte, suggestioni, profonde riflessioni pedagogiche e proposte concrete per innovare la scuola, si condivide il concetto di abbracciare totalmente e senza riserve, citando Nussbaum, Tamaro, Fromm e Canevaro, l’ecosistema dell’inclusione che ci appartiene nel superamento di tutte le logiche autoreferenziali disposte per categorie separate.

L’allegria colorata e contagiosa della compagnia teatrale “Associazione Guardastelle”, allieta la platea con alcune scene tratte da “Rosso. La bottega dei bottoni”, raccontando la bellezza della diversità, l’accoglienza, l’amore per il prossimo e i legami che si possono “cucire” tra gli esseri umani, attraverso musiche, danze e parole regalando sorrisi a chi li guarda.

Tra gli ospiti del convegno, anche Grazia Paladino, docente e Vicepresidente di Flipnet, il suo intervento “Creando si impara…Non chiedermi cosa ma come ho imparato”, con il suo intervento ha messo in risalto la necessità di dare al bambino il desiderio di imparare e di scoprire la bellezza della conoscenza.

La magia della Snoezelen room torna protagonista sul palco attraverso la proiezione di un video presentato dal Dirigente scolastico dell’I.C. “A. Narbone” di Caltagirone, Francesco Pignataro, che riferisce come il progetto utilizza un approccio relazionale per favorire processi di inclusione attraverso la stimolazione controllata dei sensi, che porta la persona verso il benessere emozionale e la scoperta delle proprie potenzialità.

La gioia di un futuro possibile e inclusivo è l’essenza dell’intervento della signora Muni Sigona, mamma di Toti, ragazzo neurodiverso, che ha sognato e realizzato il primo B&B Etico in Sicilia, “La casa di Toti”, un’impresa sociale che ha come obiettivo principale quello di offrire servizi utili ad accogliere “un turista solidale” e rendere ottimale il suo soggiorno nelle campagne di Modica tra gli ulivi e i carrubi. Un dopo di Noi, dove viene ribaltato il concetto di assistenza al disabile, che da “fruitore” del servizio, ne diviene il “gestore” pur se assistito da tutor specializzati.
La conclusione del convegno è affidata alle bellissime immagini del video presentato dall’associazione Controvento, un’impresa sociale del territorio catanese in cui un’équipe di professionisti del settore socio-psico-educativo, giorno dopo giorno costruiscono il possibile: valorizzare le fragilità attraverso il lavoro di rete con attori del pubblico e del privato che diventano trampolini di lancio della creatività.

L’immersione emozionale si conclude ma apre le porte a un Progetto in cui l’unica e indiscussa protagonista è l’empatia.

Alla prossima emozione! 

  • Pubblicato il 10/12/2021